Zappa Classics for Piano

Marco Dalpane, pianoforte

Frank-Zappa 

 

“Frank è un genio. Una parola che non uso spesso…Nel suo caso non è troppo forte…Musicalmente è estremamente colto. Non sono sicuro che il grande pubblico lo sappia” (Kent Nagano)

“Gli americani sono fortemente sospettosi verso ciò che sembra avere cervello, e Zappa non ha nascosto abbastanza bene la sua intelligenza” (Matt Groening)

“È probabilmente la persona meno dotata di talento che abbia mai sentito. È un accademico pretenzioso e non sa suonare il rock’n’roll, perché è un perdente” (Lou Reed)

Zappa è un lavoro duro. Genio iconoclasta e Absolutely Free è sicuramente uno dei protagonisti della musica del Novecento.
Un eroe americano, come Ives, Gershwin, Monk e Cage.
I suoi studi musicali dal punto di vista accademico si riducono a ben poca cosa, ma pur vivendo nella periferia americana fin da giovane è attratto dall’intensità che sprigiona dalle pagine di Edgar Varèse, il compositore che ha definitivamente riconsiderato il timbro come parametro essenziale della composizione.
Naturalmente il giovane Frank è affascinato anche dal R&B, dal blues del Delta, dal Doo-Wop, dai City Slickers di Spike Jones; rimarranno i suoi amori fino alla fine della sua vita. Non c’è spazio per distinguere tra alto e basso, popolare e colto; Howlin’ Wolf è interessante quanto Stravinsky. Intrattenimento e cultura si riflettono in un gioco di specchi geniale e spiazzante in nome in una Continuità Concettuale che lo ha guidato fin dagli esordi. Paga le sue scelte anti-commerciali con un costante conflitto con l’industria musicale; autentico self made man, solitario e orgoglioso delle infinite ore passate in studio, freak ed eccentrico per molti aspetti, metodico e scrupoloso per quanto riguarda la musica.
Anche il suo rapporto con le istituzioni accademiche e le grandi orchestre classiche è segnato da difficoltà. Zubin Metha e Pierre Boulez, Kent Nagano e la London Symphony Orchestra si sono confrontati con la sua opera, ma solo l’Ensemble Modern, proprio alla fine della sua vita, arriverà a un risultato di valore assoluto nell’esecuzione delle sue partiture.
Ho trascritto le sue musiche, canzoni e brani strumentali, per il più classico degli strumenti, il pianoforte. Sono rimasto molto fedele agli originali, e ho cercato di far suonare il mio strumento al meglio.

 

“Caro Marco, le tue trascrizioni zappiane sono sempre molto brillanti e entusiasmanti. La tua fantasia creativa si unisce al progetto originale di Zappa mantenendone intatta l’ironia e la teatralità in un’esaltante sintesi sonora che si propone autorevolmente nel repertorio pianistico contemporaneo!”
Nicola Sani [consulente artistico del teatro Comunale di Bologna]

Marco Dalpane propone:

- concerto dedicato alla musica di Zappa. Trascrizioni per pianoforte di classici zappiani, da Peaches En Regalia a Uncle Meat, da Dog Breath Variations a The Black Page # 2.

- lezione concerto Esecuzione al pianoforte di trascrizioni di classici zappiani, notizie storico estetiche, analisi delle partiture e appunti sul lavoro di trascrizione.

 

Programma:

Peaches en Regalia
Let’s Make the Water Turn Black
Harry, You Are a Beast
The Orange County Lumber Truck
Oh No
Theme from Lumpy Gravy
Piano Introduction to Little House I Used To Live In
Dog Breath Variations
Uncle Meat
Son of Mr. Green Genes
The Black Page #2
The Idiot Bastard Son
Cletus Awreetus Awrightus
Eat That Question
Blessed Relief
Time Is Money
Stick It Out
Regyptian Strut
Village of the Sun
Echidna’s Arf (of You)

 

Ho presentato i miei arrangiamenti delle musiche di Frank Zappa:

5 maggio 2013, Piano City Milano
30 agosto 2013, Battiferro BolognaEstate, Bologna
20 settembre 2013, Grosse Halle Reitschule, Film & Musik, Berna (CH)
25 ottobre, L.UN.A., Bologna
10 novembre 2013, SBAM!, Bentivoglio (BO)
27 novembre 2013, Il Circolino, Trento
3 dicembre 2013, Secret Concert, Bombanella Soundscapes, Maranello (MO)
6 dicembre 2013, Musica Continua, Mestre (VE)
10 dicembre 2013, lezione-concerto al Conservatorio G.B. Martini (Bologna)
18 dicembre 2013, Salto nel Suono, Nonantola (MO)
4 febbraio 2014, San Felice sul Panaro (MO)
6 marzo 2014, Angolo B, Bologna
15 maggio 2014, Piano City Milano
27 giugno 2014, Emergency festeggia 20 anni, Bologna
5 luglio 2014, Torgiano (PG)
26 settembre 2014, Cremona Pianoforte – The Piano Experience
5 ottobre 2014, Alterazioni, Milano
14 ottobre 2014, Vincenzo Vasi/Marco Dalpane, Mondi Sonori, Trento
3 novembre 2014, Immaginario, Perugia
16 dicembre 2014, Galleria L’ariete, Bologna
1 marzo 2015, Modo Infoshop, Bologna
7 agosto 2015, Vincenzo Vasi/Marco Dalpane, Scirocco, Pergine (TN)
8 agosto 2015, Vincenzo Vasi/Marco Dalpane, Cortili di not(t)e, Ospedaletto (TN)
10, 12 settembre 2015, Festival della letteratura, (MN)
2 febbraio 2016, Vincenzo Vasi/Marco Dalpane, THE BIG NOTE, Teatro San Leonardo (BO)
1 giugno 2016, Inaudito (Masada, MI)
18 giugno 2016, DOG BREATH VARIATIONS, MantovaMusica2016, Eterotopie Piano festival